Here we are!

11:22 Giorgio Furlani 0 Comments

È circa un mese che ci siamo stabiliti a Londra. Lisa ha trovato lavoro dopo 4 giorni (!) e io ho da poco trovato impiego come "assistant" in un Hairdresser saloon. Il primo lavoro di Lisa è durato poco in quanto gli orari erano davvero pessimi, anche a fronte di una paga decisamente buona. A distanza di circa quindici giorni dalla fine del primo impiego, Lisa ha sostenuto con successo un colloquio in un magazzino che gestisce vendite di abbigliamento online. Per quanto riguarda me, ho trovato questo impiego a circa un'ora da casa, in un saloon abbastanza vip ed incredibilmente alla mano, frequentato da diverse celebrità del piccolo schermo e del teatro. L'accoglienza in questo ambiente, per me completamente nuovo, è stata molto positiva. Lo staff è composto da Tim, proprietario, molto gay e canterino, dai modi impeccabili e da uno humor tipicamente inglese; Allie è la ragazza che mi ha fatto il colloquio: mi sono presentato nel più sorridente dei modi da me conosciuti, ho dimostrato entusiasmo e voglia di fare, e l' ho conquistata Neha è una ragazza indiana credo, piccola e iper attiva, al contrario di Ruth, della quale ignoro le origini,  presa in giro da un po tutti a causa del suo carattere serio e schivo. Jim, ragazzo inglesissimo, anch'esso estremamente gaio e festaiolo, sempre pronto al gioco e allo scherno, Marcello, from Naples, che devo ringraziare per avermi fatto atterrare sul cotone, visto quanto mi sta aiutando nell'imparare i termini tecnici di un lavoro che, aperta parentesi, non ho mai fatto.
Tina e Caroline, tostissime, le due hairstylist, dure come granito, incutono il timore che solo una maestra cattiva di matematica può incutere. In realtà sanno anche essere docili.Dicono.
Ci sono altre tre ragazze che ruotano, ma sinceramente non ricordo ancora i nomi. Io le chiamo la bionda1, la bionda2, la cicciabiondarossa3.
Grazie a Marcello sono venuto a conoscenza di alcune agevolazioni per chi lavora e soddisfa determinati requisiti. Sono la HOUSING BENEFIT, COUNCIL TAX CLAIM, TAX CREDIT.
La Housing Benefit consiste in un rimborso che viene calcolato sulle ore di lavoro di chi abita la casa e sul costo dell'affitto, la claim sulla council tax consiste in uno sconto sulla suddetta. Per queste due bisogna andare al Council di competenza, recarsi all'ufficio informazioni e richiedere un appuntamento per un colloquio. Si possono trovare informazioni anche sul sito del proprio Council, giusto per avere un'idea della faccenda, ma consiglio di andare di persona. Verrà fornito un elenco lungo e dettagliato di documenti da produrre. Chi è già passato da questa trafila testimonia difficoltà non indifferenti, c'è chi giura di esser passato dallo stesso ufficio per dodici volte prima di riuscire ad avere il dovuto.
Per la tax credit l'iter è un po differente. Dovete recarvi su questo sito (link)  e giocate col Tax Calculator, inserendo tutti i dati richiesti. Alla fine saprete se siete idonei a far richiesta, e vi verrà fornito un numero di telefono da chiamare per richiedere il "claim pack".
Ho appuntamento lunedì prossimo al mio Council, Southwark, incrociando le dita nella speranza di un qualche ritorno..

0 commenti: